Castello di Berat
Castello di Berat
Home > Berat > Il Castello di Berat

Il Castello di Berat

Un castello che racconta la storia della città


Una volta che vi trovate a curiosare tra i quartieri di Berat, cittadina emblema della commistione tra la religione cattolica e quella musulmana, vi sarà praticamente impossibile non notare l’imponente Castello di Berat, fortezza che domina la città da migliaia di anni. Entrarvi significherà quindi attraversare tutta la storia che ha interessato questo luogo, dalla dominazione romana fin quasi ai giorni nostri.

Castello di Berat, una storia lunga secoli

Arroccato su di una collina rocciosa alla destra del fiume Osum, ad un’altezza di ben 214 metri, il castello di Berat domina dall’alto tutto il territorio circostante. Si tratta di una struttura che ha superato lunghi anni di dominazioni straniere, di cui attualmente rimangono ben conservate le mura perimetrali composte da 24 torri, all’interno delle quali si trovano chiese, moschee ed edifici di altro tipo.

Sebbene il castello che vi troverete davanti vada fatto risalire al XIII secolo, la sua storia cominciò in realtà molto tempo addietro. Edificato durante il Basso Impero, nel 200 a.C. circa il castello fu bruciato dai Romani, per poi essere rafforzato e ricostruito dapprima con Teodosio II (V secolo) e poi con Giustiniano I (VI secolo). Fu poi nel XIII secolo che Michael I Comneno Doukas, despota dell’Epiro e cugino dell’imperatore bizantino, diede al castello di Berat la forma che possiamo vedere tuttora.

Dovete considerare che già per raggiungere il castello vi aspetterà una passeggiata spettacolare che, partendo dalla piazza centrale di Berat, vi porterà ad attraversare l’intero quartiere storico di Mangalemi per poi raggiungere una cima da cui si gode di una meravigliosa vista panoramica.

Ed è qui che, all’interno delle mura perimetrali della struttura, potrete serenamente passeggiare tra edifici religiosi, fortificazioni e torri (di cui rimangono per lo più le basi). Sono più di quindici le chiese presenti all’interno della fortezza, buona parte delle quali costruite attorno al XIII secolo, a testimonianza del fatto che la popolazione fosse per lo più cristiana. Tra tutte, meritano particolare attenzione la Chiesa della Santissima Trinità, all’interno della quale si trovano splendidi affreschi, e la Chiesa di Santa Maria di Blacherne, dove è possibile ammirare splendidi mosaici e scene bibliche dipinte dall’artista albanese Nikolla Onufri.

Se vi trovate a girovagare all’interno della fortezza, vale davvero la pena fare una tappa alla Cattedrale della Dormizione, un meraviglioso esempio di architettura ottomana (fine XVII secolo), impreziosito da tre cupole. Ma il castello di Berat custodisce anche i resti della Moschea Bianca (destinata alla guarnigione turca), che fanno ipotizzare la presenza di un minareto che un tempo svettava imponente tra tutti gli altri edifici.

Ma al di là delle bellezze storiche ed architettoniche che questo luogo custodisce, sarete sicuramente affascinati dalla meravigliosa vista panoramica che il castello di Berat regala. Da qui potrete infatti ammirare in totale tranquillità il ponte di Gorica, che collega i due diversi quartieri della città. Una leggenda locale racconta che all’interno del primo pilone, almeno fino alla ricostruzione del 1920, vi era una piccola cavità in cui gli abitanti di Berat erano soliti rinchiudere una ragazza a morire di fame, come forma di sacrificio atta a placare gli spiriti avversi alla costruzione del ponte stesso. Una volta terminata la vostra visita, al di fuori del perimetro della fortezza potete fermarvi a visitare la bella Chiesa di San Mehillit, un piccolo edificio risalente al 1300, che combina alla perfezione le tecniche di costruzione europee e bizantine.

Cosa vedere vicino a Berat

Ospitato all’interno del bel castello di Berat, il Museo Nazionale Onufri è davvero una tappa imm
Le bellezze architettoniche ed artistiche di Berat sono nascoste tra le strade dei due quartieri di
Città di arte e cultura, Berat è un piccolo gioiello dell’Albania, dove convivono con equilibrio
Che la cittadina di Berat sia pregna di storia e cultura è ben evidente in tutti gli edifici (di cu
Che Berat sia la cittadina albanese in cui è più evidente la commistione tra religione cattolica e
Non c’è affatto da stupirsi del fatto che l’Albania sia diventata una delle attrazioni preferit

Lascia il tuo voto
Il tuo feedback è importante
Iscriviti alla newsletter
Rimani aggiornato su eventi e promozioni