Lago di Koman
Lago Koman
Home > Scutari > Lago Koman

Lago Koman,il Paradiso naturale nel nord dell'Albania

Un bacino artificiale nei "fiordi Albanesi"


Naturale ma non troppo, trattandosi di un bacino idroelettrico costruito tra gli anni ‘70/’80, il Lago Koman è una tappa alquanto obbligata per chi vuole visitare il paesaggio selvaggio del nord dell’Albania. Potete visitarlo partecipando ad uno dei tanti tour organizzati alla scoperta del lago, oppure imbarcandovi sul traghetto che da Koman vi porta a Fierze attraversando praticamente l’intero bacino, con un biglietto che vi costerà appena 500 lek.

Lago Koman: cosa vedere

Immerso nel nord dell’Albania, a sud del bel Parco Nazionale di Valbona, il Lago Koman è conosciuto con l’appellativo del “Fiordo del Paese delle Aquile”, per via del suo caratteristico paesaggio di montagne che si tuffano direttamente in acqua, senza passare per una spiaggia o una qualunque striscia di terra. Uno spettacolo mozzafiato, che affascina i turisti che vengono qui a caccia di bellezze naturali.

A stupire è infatti proprio il fatto che il bacino sia totalmente artificiale, voluto dal governo di Enver Hoxha, che decise di costruire qui una diga e di riempire la valle sottostante delle acque del fiume Drin – che alimenta l’intero lago -, con il solo intento di potenziare la produzione elettrica dell’Albania. La costruzione ebbe un effetto devastante sulla vita degli abitanti della valle, che furono costretti a spostarsi a vivere altrove, fatta eccezione per coloro che invece decisero di continuare ad abitare tra queste montagne. Rimarrete subito affascinati, e al tempo stesso stupiti, dalle piccole case rudimentali che si trovano abbarbicate sui pendii, circondate da chilometri di natura e ben lontane dalle comodità dei centri abitati. Ma quello che davvero vi lascerà senza fiato è il paesaggio che regala il Lago Koman.

Per riuscire a visitare al meglio questo bacino, vi conviene optare per un tour organizzato che vi permetta anche di fare il bagno nel lago e visitare i villaggi che si trovano nei dintorni. Se invece preferite ammirare il paesaggio da un traghetto, allora vi conviene muovervi da Koman in direzione Fierze, così da poter guardare quello che vi circonda rimanendo comodamente seduti.

Lago Koman: come arrivare

Per raggiungere il Lago Koman, avrete bisogno di un’auto con cui muovervi da Scutari in direzione dell’entroterra del Paese. Vi ci vorranno quasi due ore di viaggio, dapprima su una stradale ben asfaltata e poi tra strade piuttosto tortuose e piene di curve, soprattutto negli ultimi venti chilometri di tragitto. Dopo esservi inerpicanti su per una lunga serie di tornanti, vi troverete direttamente all’imbarcadero di Koman, dove potrete decidere di salire sul traghetto diretto a Fierze, con o senza la vostra macchina (in caso in cui decidiate di lasciarla, dovrete pagare il parcheggio). Per raggiungere la sponda opposta del Lago Koman ci vorranno almeno tre ore di viaggio, generalmente a bordo di un traghetto dotato di un piccolo bar dove poter bere un caffè o comprare qualcosa da mangiare.

Cosa vedere vicino a Scutari

Al confine tra il Montenegro e l’Albania, all’estremità settentrionale del Paese, il Lago di Sc
È nei dintorni di Scutari, bella cittadina dell’Albania nord occidentale, che si trova uno dei lu

Lascia il tuo voto
Il tuo feedback è importante
Iscriviti alla newsletter
Rimani aggiornato su eventi e promozioni