Piramide di Tirana
La "Piramide" del dittatore Hoxha
Home > Tirana > La “Piramide” del dittatore Hoxha

La "Piramide" di Tirana,l'ex mausoleo di Hoxha

Il mausoleo commemorativo del leader comunista


Misteriosa ed affascinante, la Piramide di Hoxha è uno dei “monumenti” simbolo dell’intera città di Tirana. A poca distanza da Piazza Skanderbeg, nel pieno centro urbano, questo mausoleo moderno attira da anni l’attenzione dei turisti grazie alla sua enorme struttura oramai del tutto decadente, completamente ricoperta da graffiti, ma dal fascino unico ed irresistibile. Un edificio che, come molti altri in città, racconta la storia politica di un Paese che ha visto susseguirsi poteri molto diversi tra loro.

La Piramide di Hoxha, da mausoleo a centro culturale

La storia della Piramide di Hoxha è incredibilmente recente, eppure molto travagliata. Inaugurato nel 1988, l’edificio è stato pensato come un vero e proprio mausoleo commemorativo del dittatore Enver Hoxha. Il progetto di una struttura piramidale, alta all’incirca quanto un edificio di otto piani, fu attentamente curato dall’architetto Pranvera Hoxha (figlia del Presidente stesso) e da suo marito Klement Kolaneci, con il supporto di Pirro Vaso e Vladimir Bregu. Si tratta tuttora di un edificio assolutamente imponente, costruito su di una serie di piattaforme e di scale che assumono quasi l’aspetto di un piedistallo che sostiene la piramide. È stata probabilmente la struttura individuale più costosa che sia mai stata costruita in Albania, la cui progettazione fu curata nei minimi particolari. La scelta della forma non è stata infatti casuale, bensì collegata ad un’idea di potere e forma legata al periodo socialista della storia albanese: se vista dall’alto poi, la Piramide di Hoxha assume la forma di un’aquila bicefala, simbolo nazionale del Paese.

In realtà, la sua funzione di monumento commemorativo durò appena un paio di anni. Già nel 1990, una volta caduto definitivamente il governo di Hoxha, l’edificio fu trasformato nel Centro Culturale Nazionale ed intitolato – seppur non formalmente – al costituzionalista Pjeter Arbnori (conosciuto anche come il Mandela dei Balcani). Ma negli anni a seguire, il destino della Piramide continuò a mutare rapidamente: dapprima sede di una Tv nazionale, poi base della Nato e di organizzazioni umanitarie nel corso della guerra del Kosovo, poi ancora locale notturno. Insomma, il Governo albanese ha sempre cercato di integrare questa struttura all’interno del contesto urbanistico di Tirana, almeno fino allo scorso 2010, quando fu avanzata la proposta di demolire l’edificio per lasciare spazio alla nuova sede del Parlamento. Il progetto ha incontrato ovviamente la disapprovazione di politici ed artisti locali, che propongono invece di utilizzarla come uno spazio museale. Al momento non è stata presa ancora nessuna decisione al riguardo per cui, una volta che vi trovate a passeggiare per il centro di Tirana, non perdete l’occasione di ammirare questo edificio simbolico finché siete in tempo.

 

Cosa vedere vicino a Tirana

Se è vero che Piazza Skanderbeg è il cuore pulsante di Tirana, non c’è affatto da stupirsi che
Immerso nel cuore della città di Tirana, il Rinia Park – conosciuto tra noi Italiani come “Parc
Una visita a Tirana non può assolutamente prescindere da una passeggiata alla scoperta di Piazza Sk
Per i turisti più curiosi di conoscere a fondo la storia dell’Albania è praticamente d’obbligo
Se vi trovate a passeggiare tra le strade di Tirana alla scoperta di bellezze storiche ed artistiche
Misteriosa ed affascinante, Tirana è una città ricca di arte e di storia, che ha saputo perfettame
Buona parte del fascino di Tirana è senza dubbio dovuto al suo essere una città pregna di storia,
Qualunque turista, fedele o meno che sia, si renderà facilmente conto di quanto Tirana sia una citt
Le due anime spirituali di Tirana, quella cattolica e quella ortodossa, sono ben visibili a qualunqu
Che Tirana sia una città che ancora conserva vive le tracce della dittatura comunista è piuttosto
Blloku, conosciuto anche come Ish-Blloku o Block (Primo Blocco), è il quartiere più movimentato de
Meta ideale per i turisti amanti del trekking e delle escursioni alla scoperta della natura, il Mont
Ad appena una trentina di chilometri a sud di Tirana, raggiungibile sia in macchina seguendo la stat

Lascia il tuo voto
Il tuo feedback è importante
Iscriviti alla newsletter
Rimani aggiornato su eventi e promozioni