karaburun albania
Baia di Brisani
Home > Valona > Penisola di Karaburun

Penisola di Karaburun

Spiagge e grotte da visitare


Per gli amanti delle immersioni, alla scoperta di specie marine variegate e antichi relitti sommersi, Karaburun è sicuramente una delle tappe obbligate nell’Albania meridionale. Inserita all’interno del Parco Nazionale di Karaburun/Sazan, unico parco marino del Paese, questa penisola incontaminata è diventata infatti un’attrazione turistica ben nota sia per gli splendidi paesaggi naturalistici sia per le belle baie dall’acqua cristallina.

Karaburun, tra natura e archeologia

Nella zona di Orikum, circa a 20 chilometri a sud della bella città di Valona, si trovano spiagge tra le più belle dell’intera Albania. Incontaminata e affascinante, Karaburun vi regalerà meravigliosi scorci paesaggistici, tra cime montuose che raggiungono i 1200 metri di altezza, ripide scogliere che si tuffano nel mare, baie vergini che si aprono su acque limpide e grotte che nascondono incredibili meraviglie naturali. Va da sé che una gita in barca attorno alla penisola risulta obbligatoria se si vogliono ammirare le bellezze che la caratterizzano, curiosando alla scoperta della bella fauna del luogo, che vanta addirittura la presenza di esemplari della tartaruga Caretta Caretta e della foca mediterranea. Da segnare sul vostro itinerario di viaggio sono la bella Baia di Barca, nota soprattutto per la presenza di una fauna ricca e variegata, la Baia di Arusha, la Baia di Grama e la spiaggia di Dafina, apprezzata dai turisti soprattutto per le acque limpide e la posizione ben isolata, che la rende tranquilla e quasi del tutto priva di rumori.

Al di là di queste incredibili bellezze naturali, Karaburun è nota anche per la presenza di numerosi reperti archeologici e relitti sommersi e/o abbandonati, che testimoniano chiaramente come questa zona dell’Albania fosse stata inserita nelle principali tratte commerciali antiche. Rimarrete senza dubbio affascinati dalla varietà di anfore commerciali presenti sul litorale di Karaburun: databili tra l’età arcaica e l’età bizantina, si affiancano a statuine in bronzo raffiguranti divinità, monete e altri oggetti gettati in mare da navi ancorate nella zona per via delle tempeste. Un perfetto mix tra archeologia ed acque cristalline, che ha permesso a quest’area della costa albanese di essere da sempre tra le mete preferite dei turisti provenienti da tutto il mondo.

Ma se vi trovate a curiosare lungo il litorale di Karaburun, non potete neppure perdere l’occasione di visitare alcune delle belle grotte che lo caratterizzano. Tappa obbligata è la splendida Grotta di Haxhi Aliu, probabilmente una delle più belle dell’intera Albania, che deve il suo nome a quello del pirata Haxhi Aliu che, nel corso del XVII secolo, usava questa grotta come luogo di rifugio e quartier generale dei suoi uomini. Si tratta di un personaggio piuttosto noto sul territorio albanese, che per lungo tempo ha difeso le coste dagli assalti delle navi straniere, in accordo con i commercianti ed i pastori del Paese. Nelle vicinanze troverete anche la cosiddetta Grotta degli Schiavi, così denominata in seguito a degli studi che hanno ipotizzato che nell’antichità qui vi lavorassero degli schiavi. Ma queste sono soltanto alcune delle splendide grotte che si nascondono lungo il litorale di Karaburun, senza dubbio uno dei più affascinanti dell’intera Albania meridionale.

Come arrivare

Raggiungere il Parco Nazionale di Karaburun/Sazan non è affatto difficile. Durante la stagione estiva sono molte le imbarcazioni che ogni giorno partono dal Porto di Valona. Tra queste possiamo trovare la Regina Blu che vi porterà a visitare i luoghi circostanti. La maggior parte degli itinerari comprende anche una breve tappa sull’Isola di Saseno, per poi dirigersi verso la spiaggia di Shen Vasil che si affaccia davanti a Valona. I prezzi si aggirano intorno ai 2000 lek (15€-16€) per gli adulti; per i bambini dai 5 agli 11 anni il costo del biglietto è ridotto del 50%, al di sotto di questa età l’escursione è gratuita.

Per poter raggiungere senza difficoltà la parte esterna della penisola di Karaburun potrete imbarcarvi su motoscafi o gommoni disponibili per i turisti desiderosi di visitare le numerose calette dalle acque cristalline, come quella di Brisani e la Baia di Grama. Durante il tragitto vi soffermerete ad ammirare anche la grotta del pirata Haxhi Ali, da lui utilizzata come rifugio per poter attaccare le navi nemiche. Il costo di questa visita è intorno ai 2500-3000 lek (25€-26€).

Numeri Utili

Info sulle visite: dall’Italia –> 00355692500110   dall’Albania –> 0692500110

Capitaneria di Porto di Valona: 0035533409700   E-mail: info@portivlore.com

Spiagge vicino a Valona

Seppur affollatissima nei mesi più caldi della stagione estiva, la bella spiaggia cittadina di Valo
Conosciuto dagli albanesi con il nome di “Sazan”, Saseno è un isolotto a poca distanza dalle co
Le spiagge del sud dell’Albania non regalano soltanto acque limpide e paesaggi mozzafiato, ma cust

Cosa vedere vicino a Valona

Se state progettando una visita a Valona, alla scoperta del sud dell’Albania, dovete assolutamente
In una tranquilla città portuale come Valona sono tantissime le testimonianze relative alla storia
Poco distante dalla città di Valona, ed anzi proprio al di sopra di questa, si trova uno dei luoghi
Affascinante e sorprendente, il sito archeologico di Apollonia è la meta ideale per una gita di un
Impossibile negare che il sud dell’Albania sia ricco di luoghi affascinanti, sia sotto il profilo
I turisti appassionati di storia troveranno quello che fa per loro nel Castello di Kanina, una merav
Con ben due terzi di territorio montuoso, l’Albania regala ai suoi visitatori panorami mozzafiato

Lascia il tuo voto
Il tuo feedback è importante
Iscriviti alla newsletter
Rimani aggiornato su eventi e promozioni